Il campionato del mondo di tennis sull’erba è alle porte. Stiamo parlando del torneo di Wimbledon, che comincia lunedì 29 giugno per concludersi domenica 12 luglio. Due settimane di grandi match a Church Road, per il prestigio e per l’assegno di tre milioni di euro, il montepremi più alto di sempre. Due settimane in cui ai tennisti non sarà richiesta soltanto bravura, scaltrezza e fortuna, ma anche di rispettare un rigido dress code.

Novak Djokovic Ser TENNIS Wimbledon 2014 xTennisMagazinex PUBLICATIONxNOTxINxFRAxITAxBEL

I FAVORITI

Nel 2014 i vincitori sono stati DjokovicKvitova. Riusciranno a difendere il titolo? La concorrenza è agguerrita. Novak dovrà guardarsi da Roger Federer e dall’idolo di casa Andy Murray. Al Roland Garros il serbo ha perso la finale, ma sull’erba è arrivato in fondo alla competizione tre volte nelle ultime quattro edizioni, vincendo nel 2011 e nel 2014. L’anno passato, fu Federer a inchinarsi all’ultimo atto. Ci riproverà in questo 2015 per entrare nella leggenda: lo svizzero ha già vinto sette volte Wimbledon.

Murray trionfò a sorpresa nel 2013. Pensate che un britannico, qui, non vinceva dal 1936 con Fred Perry. Lo scozzese ha vinto al Queen’s, a Parigi ha impensierito proprio Nole in semifinale. Insomma, i presupposti per sfidare Djokovic il più tardi possibile ci sono tutti.

In campo femminile, compito ancora più difficile per Petra Kvitova. Dovrà guardarsi innanzitutto dalla numero uno al mondo, l’americana Serena Williams. La precede nella classifica WTA e non ha intenzione questa volta di lasciarla passare. Ci saranno tutte le migliori.

L’ESERCITO AZZURRO

Andreas Seppi per sognare. L’azzurro è in forma dopo la finale di Halle, persa con Federer. L’erba è una superficie che gli piace (ha vinto un torneo a Eastbourne) e Wimbledon lo stimolerà sicuramente. Meno carte in mano pare avere Fabio Fognini, che dopo il Roland Garros non ha più giocato. La poca pressione addosso potrebbe essere un vantaggio. Ci attendiamo di più dall’erbivoro SImone Bolelli che difende il terzo turno della scorsa stagione. Tra le donne, Sara Errani guida la carica. Avendo anche la migliore posizione nella classifica mondiale.

TORNEO ESCLUSIVO

Wimbledon fa rima con esclusività. Per chi partecipa e riesce a fare strada, per chi riesce ad assicurarsi un biglietto. Soprattutto last minute. I prezzi dei seggiolini vanno da un minimo di 419 euro per vedere le semifinali del doppio maschile a un massimo di 7.559 euro per la finale uomini sul Centrale. Se non siete riusciti a procurarvi un tagliando con largo anticipo, forse è meglio rinunciare e guardare il torneo in Tv.

06 07 2014 London United Kingdom Duke and Duchess of Cambridge celebrate in the Royal Box at the

OSPITI ILLUSTRI

La Famiglia Reale inglese non mancherà sulle tribune. Grande appassionata di tennis è Kate Middleton, duchessa di Cambridge che l’anno passato assistette dalla tribuna reale alle partite più significative. E che farà il bis quale membro onorario dell’All England Club, prestigioso club londinese che organizza e ospita Wimbledon.

I duchi di Cambridge, dopo aver disertato il Royal Ascot, sono attesi nel Royal Box fin dal 29 giugno. I vicini? Carole, Michael e Pippa Middleton, per la gioia dei fotografi. In attesa dei vip sui campi, l’Orangerie di Kensington Palace ha organizzato uno dei party più fashion dell’anno: quello pre-Wimbledon, sponsorizzato da Vogue e da Ralph Lauren. Tutti a scrutare gli ospiti, tra cui Boris Becker con la moglie Lilly, e l’attrice Jessica Chastain. 

IL MATCH PIÙ LUNGO

Sulla superficie di Wimbledon si è svolto il match più lungo nella storia del tennis. Il 24 giugno del 2010, infatti, John Isner e Nicolas Mahut, si sfidano a chi ha più resistenza. Partita sospesa il primo giorno per assenza di luce, si riprende e si raggiungono i 59 game per parte nel quinto set. Di nuovo il buio. Alla fine, finirà il terzo giorno, dopo 11 ore e 5 minuti di gioco, sul 70-68 al quinto.

LA TRADIZIONE

I protagonisti sul campo dovranno indossare il bianco. Niente tablet e smartphone, tanto meno i bastoni per i selfie durante le partite per il pubblico. Sono previste multe pesanti per i trasgressori. Le tenniste dovranno stare attente alle gonne troppo corte, non solo al dritto dell’avversaria che rischia di far saltare tutta una stagione. Le giocatrici vengono sempre appellate come Miss o Mrs durante il gioco. I giocatori uomini solo con il cognome. Non mancano mai le fragole con panna tra il pubblico e anche questo fa parte della tradizione. Non si gioca nel ‘middle sunday’, ossia nella domenica di mezzo del torneo. Tre volte, a causa della pioggia, il giorno sacro è stato sfruttato per recuperare.


Pronostici Betclic

SIMILAR ARTICLES