La Transiberiana in bicicletta a luglio sarà realtà. Con la firma di RedBull, infatti, partirà da Mosca la Trans-Siberian Extreme 2015: 9.200 chilometri fino a Vladivostok, sul percorso della leggendaria linea ferroviaria. Saranno 15 tappe da 300 a 1.400 chilometri ciascuna. Sport estremo, di sicuro, ma sono in tanti quelli che hanno voglia di parteciparvi.

Il percorso attraverserà cinque zone climatiche e sette fusi orari. Tre settimane in sella. Il 15 luglio verrà dato il via dalla capitale russa. Le richieste sono tantissime: da parte di professionisti, semi professionisti, semplici appassionati e pure ciclisti della domenica. L’importante è esserci. Fin dove, poi, si vedrà. Questa è la prima edizione, ma gli organizzatori sono sicuri che diventerà una Classica.

La conclusione è prevista sull’Oceano Pacifico. L’itinerario toccherà Kostroma, Perm, Yekaterinburg, Omsk, Barabinsk, Novosibirsk, Krasnoyarsk, Tulun, Irktusk, Ulan-Ude, Chita, Svobodny, Obluchye, Khabarovsk. Si attraverseranno anche due continenti durante il percorso: l’Europa e l’Asia. Arriverà al traguardo (e vincerà) solo chi saprà coniugare la resistenza alla velocità.

Transiberiana in bici

I primi 1.500 chilometri della corsa più pazza del mondo si snoderanno lungo la parte europea della Russia, quella più popolosa. Si passeranno gli Urali, la Siberia, il lago Baikal, la zona di Amur e il Far East con la natura ancora vergine, antiche foreste e una densità di popolazione di 2-4 persone per chilometro quadrato. Il tracciato poi scorre lungo i confini del Kazakistan, della Mongolia e della Cina.

Sul sito internet apposito, www.redbulltranssiberianextreme.com, si possono già leggere tutte le notizie sulla gara e sulle singole tappe, che si potranno seguire in tempo reale.  La partenza da Mosca sarà alle 6 di mattina, dopo 20 minuti già si lascerà la capitale per finire sul fiume Volga, a Kostroma. Durante il tracciato, si passerà vicino al monastero di Yaroslavl. Un assaggio da 330 chilometri, di cui 2,850 metri di salita.

Già la seconda tappa, con arrivo a Perm, è da maratoneti in bicicletta, visto che i chilometri da percorrere sono ben 1.094. La più lunga sarà però la 12ª, da Chita-Svobodniy, per un totale di 1.382 chilometri. Quando le gambe saranno già molto, molto pesanti.

La Ferrovia Transiberiana

La corsa ciclistica costeggerà la Ferrovia Transiberiana, che è lunga esattamente 9.288,2 chilometri ed è la linea più lunga del mondo. Fu presentata per la prima volta nel 1900 all’Esposizione Universale di Parigi, con il nome di Train Transibérien. Si può chiamare veramente Transiberiana solo la parte centro-orientale della ferrovia, da Celjabinsk a Vladivostok, costruita tra il 1891 e il 1916. Da questa data, Mosca è collegata a Vladivostok. La Transiberiana è tuttora in fase di espansione.

transferrovia

Prima che venisse ultimata l’intera linea ferroviaria, i viaggi tra Mosca e Vladivostok duravano dai 3 ai 4 mesi. Fu costruita a grandissima velocità, con una media di 740 chilometri al giorno. All’apice, ci lavorarono 90 mila uomini contemporaneamente, molti dei quali condannati ai lavori forzati. In migliaia morirono per le proibitive condizioni di lavoro.

ARTICOLI SIMILI

  • Angelo Sante Schiraldi

    queste imprese sono entusiasmanti. Dovrebbero essere messe ancora più in risalto.

  • http://designato.it/ Alessandro

    Sapete dirmi quali sono i modelli di bici utilizzati per imprese del genere? Non credo siano bici normali come queste: http://upsport.it/bici-corsa-prezzi-marche-caratteristiche/ Piuttosto credo siano stati progettati modelli appositi con telai rinforzati…