Nella Top11 si segnalano il miglior portiere della stagione per media voto (Sorrentino), la sorpresa delle ultime giornate ancora in casa Palermo (Cionek), oltre a un attacco da mille e una notte con il recordman Higuain, l’aspirante Dybala – la cui performance è stata offuscata solo dalla stagione monstre del connazionale – e l’ottimo Salah, riscopertosi bomber alla corte di Spalletti (prima stagione in doppia cifra).

Mezza squadra Flop è formata da Inter e Milan, nettamente battute nella giornata di sabato, ma c’è spazio anche per altri giocatori che hanno fatto malissimo nelle gare di domenica, peraltro in situazioni dove non c’era granché in palio per loro. Il flop principale è anche uno dei peggiori del campionato…

 

topTop

Gonzalo Higuain (Napoli)

36 gol in 35 partite di campionato, 12 nelle ultime 9, 25 le gare in cui ha trovato il gol, dieci le marcature multiple (9 doppiette e una tripletta). Basterebbero questi numeri per delineare una stagione con i fiocchi, ma il Pipita ci ha messo l’accento con quell’ultima gara da sogno contro il Frosinone.


Paulo Dybala (Juventus)

23 gol in 45 gare stagionali, 19 solo in campionato a cui ha aggiunto anche sei assist. Chiamato a sostituire un “mammasantissima” del calibro di Tevez, alla prima stagione in una big è riuscito a fare anche meglio del celebre connazionale. Miniera d’oro per questa Juve che sogna la Champions.


Matias Vecino (Fiorentina)

Ha chiuso con una doppietta decisiva alla Lazio e pensare che molti allenatori lo hanno spesso rimproverato di guardare poco la porta. Lanciato da Sarri l’anno scorso a Empoli (e fortemente richiesto dallo stesso una volta passato a Napoli), è un centrocampista versatile e con ancora ampi margini di miglioramento.


flopFlop

Mario Balotelli (Milan)

Giocatore irrimediabilmente perso per i grandi palcoscenici. Brocchi gli dà l’ultima, ennesima, occasione di una stagione imbarazzante e lui come al solito non combina nulla. A ventisei anni sembra già un ex calciatore.


Michel Morganella (Palermo)

Se il Palermo si è salvato di certo non deve ringraziare lui, che anzi ha fatto di tutto per complicare i piani dei rosanero. Sull’1-0 si è fatto espellere per una serie di colpi proibiti al povero Wszołek, e la fortuna dello svizzero è che Irrati ha cacciato anche il polacco ex Sampdoria, nonostante non avesse commesso scorrettezze così gravi.


Pierluigi Gollini (Verona)

Dorme in occasione dei primi due gol del Palermo, sul tiro di Vázquez si tuffa in ritardo mentre sul colpo di testa di Maresca si fa sorprendere da una rimessa laterale che doveva essere sua. Il Verona ha lottato fino all’ultimo, lui un po’ meno.

 

Di seguito tutti i giocatori che in questa giornata si sono fatti notare, nel bene e nel male!

ARTICOLI SIMILI