Ci sono firme d’autore nella Top11 di questa settimana. Dal recordman Buffon, a Nainggolan e Perisic protagonisti di Roma-Inter, sino a un attacco da leccarsi i baffi con Higuain, primatista nella classifica della Scarpa d’Oro europea, Morata e Meggiorini.

La Flop11, invece, vede 3 giocatori del Torino, mentre c’è da segnalare per una volta la prestazione in negativo di Koulibaly, che ha commesso un errore in occasione del primo gol e ha rischiato di regalare l’1-2 a Cerci.

 

topTop

Gonzalo Higuain (Napoli)

Impossibile non celebrarlo dopo l’ennesima impresa di una stagione incredibile. 29 gol in 30 partite, primo posto nella classifica della Scarpa d’Oro europea, eguagliato il primato in maglia azzurra di Cavani, ma con otto gare ancora da giocare: il record di Angelillo in serie A, a quota 33, non sembra poi così distante.


Alvaro Morata (Juventus)

Dopo la super-partita di Monaco avrebbe meritato la conferma in pompa magna e invece solo l’infortunio di Dybala, sul finire del primo tempo, ristabilisce il normale ordine delle cose. Lo spagnolo risponde da professionista, senza polemiche, ma facendo il suo sul campo. Due gol d’autore e Torino domato.


Gianluigi Buffon (Juventus)

Iscrive nuovamente il suo nome nella storia del campionato italiano battendo il record di Sebastiano Rossi che durava da più di 20 anni e si ferma a 970′ a causa del rigore di Belotti. Dieci partite da imbattuto sono un ulteriore trofeo da esibire in bacheca che lui, da campione, divide e dedica ai compagni.


flopFlop

Kamil Glic (Torino)

Commette i falli che originano le punizioni dello 0-1 e dell’1-4, nella prima circostanza viene ammonito (era diffidato: salterà l’Inter) e nella seconda Rizzoli lo grazia con l’ultimo errore in ordine di tempo di una ripresa da incubo. Lascia un’autostrada a Khedira in occasione dello 0-2. Un disastro.


Edin Dzeko (Roma)

Vero, da una sua giocata nasce l’1-1 di Nainggolan che tiene l’Inter a -5, ma si trattava di un tiro svirgolato e di fatto sbaglia ogni pallone che tocca. Pazzesco l’errore solo davanti a Handanović quando spedisce il pallone in curva.


Ibrahima Mbaye (Bologna)

il Bologna sembra scarico, con la salvezza ormai raggiunta e quasi zero possibilità di arrivare in Europa. Nei brutti novanta minuti dei rossoblù a Bergamo lui è il peggiore e non finisce nemmeno la partita, espulso per un fallaccio a centrocampo.

 

Di seguito tutti i giocatori che in questa giornata si sono fatti notare, nel bene e nel male!

ARTICOLI SIMILI