La venticinquesima giornata regala interessanti sorprese, come quella di un Leali che ha sbarrato la strada all’Empoli e di Cataldi, autore di due assist, ma anche di conferme come quelle di santoni del calibro di Barzagli, Gonzalo Rodriguez e Bonucci. Tra i flop, invece, per una volta c’è spazio anche per un giocatore del Napoli, novità assoluta visto che gli azzurri di norma dominano la classifica dei migliori per rendimento, mentre ritorna a fare danni Rüdiger.

 

topTop

Simone Zaza (Juventus)

Il prototipo del calciatore che ogni allenatore vorrebbe: non crea problemi, sa stare in gruppo, si fa ben volere dai senatori e quando entra è capace di far la differenza nei pochi minuti a disposizione. Suo il gol al Napoli che potrebbe valere una stagione. E con l’ultimo fanno 7 in stagione, a una media di una rete ogni 78 minuti.


Keisuke Honda (Milan)

Dopo 11 panchine di fila, prima di Natale Mihajlovic lo aveva riproposto con il Frosinone ricavandone un’ottima prestazione. Le prestazioni costantemente in crescita del giapponese sono state coronate ieri da un gol e assist, facendo sì che il 10 rossonero risultasse ancora una volta decisivo.


Ciro Immobile (Torino)

Contro il Palermo si è sbloccato su azione e si conferma talismano dei granata (quando segna lui la squadra non perde). Tre gol dal suo ritorno in Italia, implacabile dal dischetto, ma non ha perso la botta dalla grande distanza. Si danna anche in versione assistman per far segnare Belotti, ma il Gallo sbaglia la gara dell’ex.


flopFlop

Antonio Rudiger (Roma)

Il tedesco per l’ennesima volta diventa protagonista in negativo con un errore da principiante, facendosi rubare palla da Mbakogu con una facilità disarmante sull’azione dell’1-1. Gli va bene che alla fine la Roma vince, ma è l’ennesimo disastro di una stagione inguardabile.


Giancarlo Gonzalez (Palermo)

Come all’andata il costaricense realizza un autogol a favore del Torino, in Serie A una cosa del genere non si vedeva dalla stagione 95-96, quando Stefano De Agostini della Cremonese infilò la propria porta per due volte addirittura nella stessa partita, un 7-1 contro il Milan.


Marek Hamsik (Napoli)

Jorginho e Allan reggono l’urto con il centrocampo della Juventus, lui è protagonista di una prestazione anonima in cui non riesce mai a trovare la giocata giusta. Era in un gran momento ma si è bloccato nella partita che contava di più, e il Napoli ne ha risentito soprattutto nella ripresa.

 

Di seguito tutti i giocatori che in questa giornata si sono fatti notare, nel bene e nel male!