Ha suscitato reazioni entusiaste l’esordio con vittoria di Valentino Rossi in Qatar. Una MotoGp che ritrova il suo storico dominatore, finalmente a bordo di una moto competitiva, è un messaggio importante per tutto il movimento. La sua vittoria, però, non ha mancato di sollevare anche qualche interrogativo: il Dottore, a 36 anni, saprà tenere botta ad avversari (Marquez in testa) anche di oltre dieci anni più giovani? Abbiamo cercato la risposta in una top-10 dei “vecchietti” dello sport, capaci di trionfare in età avanzata (in alcuni casi anche over-40).

1. Josefa Idem

L’ex canoista bionica ha partecipato senza interruzioni a otto edizioni delle Olimpiadi – da Los Angeles 1984 a Londra 2012 – gareggiando per due Nazioni (Germania fino al 1989, a seguire l’Italia sino a fine carriera) e collezionando 38 medaglie tra Giochi Olimpici, Mondiali ed Europei. Si è qualificata all’ultima rassegna olimpica a 48 anni e ha conquistato l’ultima medaglia a 43, a Pechino, nel K1 500 m, dove ha perso l’oro per soli 4 millesimi. Da segnalare anche l’argento ad Atene 2004 a soli 15 mesi dal parto del secondo figlio.

2. Dino Zoff

Nella notte di Madrid dell’11 luglio 1982, il portierone azzurro sollevò la terza Coppa del Mondo nella storia della nostra Federazione, all’età di 40 anni e 4 mesi. Attualmente è ancora il giocatore più anziano ad essersi imposto nella rassegna iridata e detiene il record di imbattibilità di un portiere in Nazionale: 1142 minuti in partite ufficiali consecutive, da Italia-Jugoslavia del 20 settembre 1972 ad Haiti-Italia del 15 giugno 1974.

3. Armin Zoeggler

L’altoatesino ha appeso lo slittino al chiodo lo scorso ottobre, alle soglie dei 41 anni, prima però non ha mancato di centrare un record senza precedenti: con il bronzo all’Olimpiade di Sochi 2014, infatti, è diventato il primo atleta nella storia olimpica (sia estiva che invernale) a ottenere una medaglia individuale, nella stessa disciplina, in sei edizioni consecutive dei Giochi. Specializzato nel singolo, nel suo palmarès vanta oltre ai sei titoli mondiali, quattro europei, dieci Coppe del Mondo e sei medaglie olimpiche (due ori, un argento e tre bronzi).

OLYMPIA Olympische Spiele 2014 KRASNAJA POLJANA RUSSLAND 08 FEB 14 DIVERS OLYMPIA RODELN Oly

4. Valentina Vezzali

Schermitrice, specialista nel fioretto, è l’azzurra più medagliata di tutti i tempi, nonché una wonder woman capace di mettere al mondo due figli, nel 2005 e 2013, senza interrompere l’incredibile striscia di successi. È stata la prima schermitrice al mondo a essersi aggiudicata tre medaglie d’oro olimpiche individuali in tre consecutive edizioni, più altri tre ori olimpici a squadre, oltreché un argento e 2 bronzi sempre ai Giochi; è stata vincitrice anche di sei titoli mondiali e di cinque europei, ai quali vanno aggiunte 11 Coppe del Mondo e svariati altri successi. Gli ultimi della lunga serie, a 40 anni compiuti, ai Mondiali Kazan 2014: bronzo individuale e oro a squadre.

5. Michael Jordan

Il più grande cestista di tutti i tempi, giocatore totale, capace di vivere tante vite (compresa una breve parentesi da giocatore di baseball) ma sempre costellate da trionfi e riconoscimenti di squadra e personali. Il primo successo Nba con i Chicago Bulls nel 1991 a 28 anni, seguito a stretto giro da altri due e poi dai tre consecutivi del 1996, 1997 e 1998, dopo il passaggio in Major League e il ritorno con i Bulls nel 1994-1995. Dopo un altro ritiro nel 1998, è rientrato sul parquet per altre due stagioni nel 2001, questa volta nei Washington Wizards, all’età di 38 anni.

6. Nigel Mansell

Il baffo più famoso della Formula 1 si è laureato campione del Mondo relativamente tardi, all’età di 39 anni con la sua Williams-Renault, quindi l’anno successivo, lasciata la F1, ha bissato il successo anche nel campionato Cart. Mansell è il secondo pilota britannico di maggior successo con 31 Gp vinti, superato nel 2014 da Hamilton in occasione della vittoria negli Stati Uniti.

imago00745562h

7. Jeannie Longo

Il nome forse dirà poco ai non esperti, ma la francese è una ciclista su strada, biker e pistard, campionessa olimpica in linea nel 1996, nove volte campionessa del mondo su strada tra corsa in linea e cronometro e quattro volte su pista nell’inseguimento individuale. Nella sua lunga carriera è riuscita a centrare anche la medaglia di bronzo a Sidney 2000 (alle soglie dei 42 anni) e a partecipare alla successiva edizione di Atene, senza però piazzarsi sul podio.

8. Mario Cipollini

È stato uno dei ciclisti più istrioni che lo sport delle due ruote abbia conosciuto, ma anche uno dei migliori velocisti di tutti i tempi. Ha dominato gli arrivi in volata di buona parte degli anni ’90 e di metà anni 2000 tenendo botta sino al 2008, a 41 anni compiuti. Uno dei suoi ultimi successi di maggior rilievo resta il campionato del mondo su strada a Zolder (Belgio) nel 2002, a 35 anni.

9. Serhij Bubka

Il più grande di tutti i tempi nella specialità del salto con l’asta, ha stabilito 35 nuovi record mondiali, 17 dei quali all’aperto e 18 indoor. Tredici le medaglie d’oro conquistate tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei all’aperto e indoor. Si racconta che siccome l’Unione Sovietica era solita offrire consistenti bonus monetari per ogni record, Bubka abbia volontariamente centellinato per anni le proprie capacità per essere in grado di stabilire un nuovo primato ad ogni evento successivo. L’ultimo successo a 34 anni con l’oro ai Mondiali di Atene nel 1997.

imago00461563h

10. Juri Chechi

Ha dominato la specialità degli anelli negli anni novanta, riuscendo a dare all’Italia una medaglia d’oro olimpica nella ginnastica alle Olimpiadi di Atlanta 1996, 32 anni dopo il precedente di Menichelli. Ma negli occhi di molti sportivi, nonostante un medagliere ricchissimo, è rimasta soprattutto l’emozionante esultanza per l’inaspettato bronzo conquistato ad Atene 2004, al rientro da un gravissimo infortunio e a quasi 35 anni compiuti. Un monumento dello sport nazionale che ha deciso di chiudere con il botto la sua carriera.

SIMILAR ARTICLES