Tags Posts tagged with "Tiziano Pieri"

Tiziano Pieri

0 230

Eravamo (e siamo tuttora) quattro amici al Var, ma presto anche altri Paesi potrebbero aggiungere la tecnologia di supporto all’arbitro. Mentre Pierluigi Collina fa sapere che solo a marzo si prenderà una decisione sull’eventuale utilizzo del Var anche ai Mondiali di Russia 2018, noi più modestamente facciamo il bilancio del girone di andata. Ha funzionato il nuovo strumento? Sì e no. Le lamentele ci sono lo stesso, del resto la tecnologia è pur sempre nelle mani di esseri umani, dunque soggetta e errori. E a conseguenti risatine da parte di chi viene danneggiato. Ma qualcosa è cambiato rispetto al passato? Se non altro, a parte qualche voce fuori dal coro (vedi Simone Inzaghi, tecnico della Lazio), nessuno degli addetti ai lavori ha sventolato lo spettro del complotto al primo rigore concesso o non concesso.

È stato Tiziano Pieri, ex arbitro internazionale e oggi esperto di Var, a tracciare il bilancio di 19 giornate di campionato. Il Var è stato utilizzato 45 volte (media di più di due volte a turno) per correggere le decisioni dei direttori di gara. Sono stati concessi 18 calci di rigore grazie alla tecnologia, quelli tolti sono stati invece 7. Per fuorigioco, in leggera differita sull’esultanza dei giocatori, sono state cancellate 9 prodezze (leggi gol). Per tre volte l’assistente ha segnalato il fuorigioco, ma è stato smentito poco dopo dal Var, che ha dunque concesso la segnatura. Dieci cartellini rossi sono usciti dalla tasca dell’arbitro proprio dopo aver riguardato le immagini alla moviola, due di queste per chiara occasione da rete.

La novità ha aiutato a togliere due calci di rigore, che erano già stati assegnati. Sono naturalmente e drasticamente diminuite le ammonizioni per protesta.

L’arbitro più aiutato dal Var è stato Mariani, con cinque decisioni modificate dal video, a quota quattro c’è Valeri. Calvarese e Irrati finora non si sono mai recati a bordo campo per guardare lo schermo. Il primo, anche quando è stato in regia – ossia al Var – non ha mai fatto cambiare idea all’arbitro. Alla pari con lui ci sono Giacomelli, Manganiello e Tagliavento. Davanti al video, Fabbri è stato il più attivo: ha fatto modificare cinque decisioni già prese sul campo.

Mentre siamo ancora qui a domandarci se si dica il Var o la Var, la nuova classifica ha naturalmente preso una sua fisionomia. Con il Napoli che precede la Juventus di un punto. Ma se il video non ci fosse stato, come sarebbe la graduatoria? Avremmo al comando della classifica la Juventus, la più penalizzata dunque dalla novità, con tre punti di vantaggio proprio sui partenopei e campione d’inverno. L’Inter avrebbe un punto in più, il Milan uno in meno. La Roma addirittura quattro in meno, la Lazio tre.

Secondo Pieri, il Var “ha portato più giustizia nel calcio”. L’ex arbitro ha aggiunto: “Nessuno è perfetto, ma questo esperimento ha di fatto eliminato le proteste in campo e sugli spalti. Ci sono stati degli errori, essendo ancora questa una fase sperimentale. Ci sono stati errori di protocollo e di valutazione”. Tutto rimediabile, verrebbe da dire, quando il meccanismo sarà più oliato. Ai nostalgici, però, la novità non va giù. Strozza l’urlo del gol in gola, ai calciatori e ai tifosi. Allo stadio si trattiene il fiato, si scatena l’oooooh quando l’arbitro fa segno che valuterà con il Var (il rettangolo fatto con le mani), arrivano boato o fischi a seconda di ciò che viene deciso di lì a pochi secondi. Ma forse è lo scotto da pagare per non parlare di favoritismi.

Nei bar (con la B), si discute di meno dopo il weekend calcistico. E questo è un bene o un male? A fine anno si prenderà una decisione se proseguire o meno con il Var. Quindi, ai posteri l’ardua sentenza.

Commento molto personale: preferisco esultare in diretta. Al massimo dopo aver dato un’occhiata al guardalinee. Anche disperarmi in tempo reale perché il calcio è emozioni, stati d’animo. E pure baruffe al bar. Ma se il Var toglierà una parte di ciò che non va nel mondo del pallone, allora forse accetterò anche quel po’ di bene che toglie.