Anche se non è ancora vera gloria, abbiamo tre squadre tra le prime otto in Europa. Juventus, Napoli e Fiorentina tengono alto il nome dell’Italia dopo anni drammatici successivi al successo dell’Inter a Madrid contro il Bayern. È stato un quinquennio imbarazzante, umiliante e soprattutto sportivamente drammatico per il ranking. Forse qualcosa è cambiato dopo l’arrivo della Juventus in semifinale, l’anno scorso, in Europa League, perché questa stagione c’è stato un importante risveglio. Ma non è vera gloria, si diceva: un anno non fa giurisprudenza visto che veniamo da quattro disastrosi; inoltre in Champions League la Juve non parte certamente con i favori del pronostico. Eppure la storia dice che sono arrivate in semifinale le quattro squadre che hanno più spesso frequentato le semifinali della coppa più prestigiosa. Real primo davanti a Barcellona, Bayern e, appunto, Juventus.

Real Madrid-Juventus era l’accoppiamento migliore, o meglio, il meno peggio. Squadra che ha perso brillantezza dopo la decima e che ha spesso avuto serate difficili in stagione. Ma è il Real Madrid la squadra più forte della storia, alla quinta semifinale consecutiva, piena di campioni e con un super allenatore. Alla Juventus serve una magia assoluta. Ma sognare è gratis e i miracoli accadono.

Diverso il discorso per Napoli e Fiorentina. Sono con il Siviglia le favorite. Il Dnipro è l’outsider che può dare (poco) fastidio. Abbiamo il cinquanta per cento di possibilità di riportare  il trofeo in Italia, ora che manca dai tempi d’oro in cui si chiamava Coppa UEFA. Molto bene tutt’e due in questa Europa League. Da condannare i punti persi in campionato in nome di un turnover francamente eccessivo. Il Napoli col Dnipro parte strafavorito, conosce l’avversario ma occhio a sottovalutarlo. Per la Fiorentina, dopo Tottenham, Roma e Dinamo Kiev, si sperava in un sorteggio migliore. E invece ancora la peggiore, il Siviglia campione in carica. Ma il gioco della Viola si adatta bene al calcio spagnolo e la finale italiana è un sogno possibile.

Al prossimo (Bet)clic, alla prossima partita.