Avevamo lasciato il Verona in testa alla classifica, ma che non ha ammazzato il campionato. Il Frosinone e le sorprese Benevento e Spal a inseguire. Poi tutte le altre, con il Trapani attardato e già con un piede in Lega Pro. Come le ritroveremo nel weekend che segna la ripresa del torneo di serie B dopo circa tre settimane di pausa invernale?

Il mercato sta cambiando faccia a diverse squadre e potrebbe modificare pure i rapporti di forza. Proprio in Ciociaria, c’è stato un frenetico movimento, porte girevoli che hanno portato un simbolo come Gucher lontano (a Vicenza), così come il deludente Cocco, che cercherà di tornare a segnare con il pericolante Cesena. Ma sono pure arrivati Fiamozzi dal Genoa, Krajnc dal Cagliari e Mokulu dall’Avellino. La caccia agli scaligeri, che non si sono ancora mossi, è ufficialmente aperta per chi l’anno scorso retrocesse, ma vuole ritrovare subito la massima serie.

frosinone

Il Benevento ha portato in Campania un elemento d’esperienza come Eramo, difensore della Sampdoria, e l’obiettivo è continuare a stupire. Ha resistito alle offensive per il gioiellino Ciciretti e sogna Furlan. La Spal ha la stessa intenzione, ma ha perso l’attaccante Cerri. Così come Beghetto e Grassi. In attesa di capire se arriveranno dei validi sostituti, Costa (dal Chievo), Maranzino (dall’Inter) e Costantini (dal Mezzolara) riempiono le caselle ‘Acquisti’.

Scorrendo la classifica, arriviamo al Cittadella, che sta ancora sfruttando la partenza a razzo. Da svincolato, è arrivato il difensore Iunco, uno che la A l’ha vissuta e che porterà sicuramente esperienza nel reparto arretrato. Un’altra delle favorite, ma che al momento parte in seconda fila, è il Carpi di Castori. Morselli e Forte sono arrivati, Comi – che non trovava spazio – è partito. L’ultima settimana e mezzo di mercato servirà per sistemare ulteriormente la rosa.

Il Perugia, che ha 30 punti, non nasconde le sue ambizioni con un presidente – Santopadre – che non bada mai a spese. È arrivato il portiere Brignoli, che a Terni fece molto bene, dal Crotone il difensore Fazzi. Ceduti Didiba, Da Silva e Imparato. Anche in questo caso, ci aspettiamo qualche colpo. Magari sul gong. L’Entella, un po’ in calo prima della sosta, ha portato a Chiavari Mattera ed è tornato dal prestito Sene; Lafuente invece va a Gubbio.

Esultanza di Stefano Mauri dopo il gol di Miroslav Klose

Attenzione al Novara, un po’ la mina vagante di questo campionato cadetto, dall’alto di una rosa sicuramente superiore alla classifica attuale. Da segnalare, per ora, solo l’arrivo di Chiosa dal Torino e la partenza di Armeno, per Matera. Arriviamo nelle zone calde della classifica: l’Ascoli ha preso Mogos e Martinez, mentre è partito Florio; il Brescia ha piazzato il colpo Mauri, destinato a cambiare le carte in tavola non appena ritroverà la piena forma fisica. Dalla Lazio, ecco Prce, tutto da seguire. Morosini, il talento che fino a dicembre aveva spesso fatto la differenza, ha fatto il grande salto verso la serie A.

Il Vicenza cambia parecchio: arrivati Ebagua dalla Pro Vercelli, Gucher dal Frosinone e Mangani, per fine prestito. Di Piazza va a Foggia. La Salernitana finora ha solo ceduto: Laverone, Franco e Caccavallo. Ma Luca Bittante, ancora non formalizzato, è un arrivo importante per il settore difensivo. La Pro Vercelli ha portato a casa Comi e soprattutto Aramu, è partito Ebagua. A Latina, invece, tanta l’attesa è tutta per Roberto Insigne, che arriva via Napoli. Amadio e Moretti sono lontani.

spal-esultanza

E il Cesena? Ha preso Cocco e ha visto partire Djuric e Severini. In Coppa Italia ha fatto l’impresa, eliminando il Sassuolo a casa sua. Il Pisa di Rino Gattuso, invece, ha preso Zammarini e Angiulli e ha ceduto Caponi. L’Avellino prende Ciotti, Laverone e Moretti e lascia andare Mokulu, D’Attilio, Molina e Diallo. La Ternana, penultima alla sosta, punta su Diakitè, che arriva da svincolato, ma rischia di perdere Furlan. Il grande colpo è però la firma di Ledesma, ex Lazio. Infine, il Trapani, che ha ceduto il gioiello Petkovic e ha preso il portiere Pigliacelli, Rossi e Maracchi e spera di recuperare Fausto Rossi. Rivoluzione vera e propria con le partenze pure di Scozzarella, De Cenco e Colombatto.

Si ricomincia con due match su tutti: Cittadella-Bari e soprattutto Spal-Benevento: le due rivelazioni provano a continuare a sognare, il fattore campo potrebbe essere decisivo. Pure Entella-Frosinone promette spettacolo e il pronostico è incerto. I capoclassifica del Verona ripartono da Latina, contro la squadra che ha pareggiato di più: 14 volte. In Ascoli-Pro Vercelli ballano invece punti pesanti per la parta bassa della graduatoria.

SIMILAR ARTICLES

0 17