L’Italia che si rialza e combatte fa sempre bene alla salute, almeno a quella mentale. Perché in un Paese pieno di difetti, l’appartenenza non manca mai. È stata una settimana splendida, con emozioni e vittorie in tutti gli sport. Su tutte l’Italbasket che ha fatto godere quelli che si lasciano affascinare dalla palla a spicchi e non, in un sport meraviglioso che è stato uno spot meraviglioso. Grazie all’applicazione e alla capacità di soffrire, alla voglia di combattere che nelle difficoltà viene sempre fuori. Come ai Mondiali 2006, post calciopoli e col calcio nel burrone. E, come a Berlino 2006, abbiamo battuto i tedeschi, ancora al supplementare e ancora a casa loro. Esistono le bestie nere e per i tedeschi noi lo siamo al 100%. Una vittoria tipicamente italiana, figlia della sofferenza, degli attributi e del sapersela cavare sempre e comunque. La Germania è meglio di noi, come organizzazione, forse come gioco, ma alla fine noi ce la facciamo. Ed è una goduria pazzesca, vincere soffrendo.

Basketball Berlin 09 09 2015 Eurobasket 2015 Europameisterschaft der Herren Italien ITA Deutschl

Come hanno fatto la Vinci e la Pennetta agli US Open, dando due semifinaliste (seppur sfavorite) all’Italia in uno Slam. Un fatto incredibile, forse irripetibile, ma davvero meraviglioso. E se non sono meraviglie, sono vittorie importanti, volute, cercate. Come nel caso della Nazionale: bruttissimo l’1-0 a Malta, in cui ci ha dato una mano Pellè. Bruttino l’1-0 alla Bulgaria, in cui un po’ di gioco si è visto, ma senza troppa qualità. Però siamo praticamente qualificati per Francia 2016, con Conte che da quando allena non sbaglia un obiettivo.

TENNIS WTA Tennis Damen US Open 2015 NEW YORK CITY NEW YORK USA 09 SEP 15 TENNIS WTA World Tou

Insomma ci siamo, sempre e comunque. Lo sport, l’arte di arrangiarsi sono doti che ci esaltano e quando ci esaltiamo siamo quasi imbattibili. Sperando di usare questa grande forza per diventare più forti anche al di fuori dello sport.