“Il gigante e la bambina… in un giorno senza tempo”

Cantava così il grande Lucio Dalla. Real Madrid-Napoli è questo, è la gara degli opposti: di chi ha vinto più Champions League di tutti (11) e di chi non è mai andato oltre i quarti; è la sfida di chi fattura quasi 600 milioni di euro a stagione, e di chi ne incassa più di 400 in meno; di chi ha la bacheca piena di trofei e di chi ce l’ha piena di sogni. 

Real Madrid 2015-2016

Real Madrid-Napoli non è una sfida qualunque. Real Madrid-Napoli è la sfida tra il pluri-Pallone d’Oro, Cristiano Ronaldo, e Dries Mertens, che da quando è al Napoli qualche pallone a casa se l’è pure portato, ma non era dorato. Eppure, badate bene, i numeri non sono mica tanto diversi. In questa stagione 20 gol per il portoghese, 21 per lo scugnizzo belga naturalizzato napoletano. Da quando Sarri lo ha investito del nueve falso, invece, è tutto vero. E il Napoli non può più fare a meno di lui.

header_mertens

Ma Real Madrid-Napoli è anche la partita di Reina, che torna in Spagna quasi da migrante, visto l’amore che prova per la città partenopea, in cui ormai ha messo radici solide.

Real-Madrid-Napoli è la sfida tra due giganti: da un lato Varane (191 cm per 82 kg), dall’altro Koulibaly (187 cm), armadi abili e solidi. Difficile oltrepassarli, impossibile non guardarli con la testa in su…

E a proposito di testa, occhio a Sergio Ramos, difensore-attaccante, che sai dove lo lasci ma non sai dove te lo ritrovi.

A centrocampo Real Madrid-Napoli sarà soprattutto Modric-Hamsik, giocatori meravigliosi: talentuoso e preciso il primo (tanto da essere soprannominato il Cruijff croato), leader e capitano vero il secondo. Ma Hamsik è a soli sei gol dal mito Maradona, che sarà in tribuna felice di vedere assottigliarsi la distanza tra il suo record e quello del suo successore.

E ancora, Benzema-Callejon: il primo in ombra, il secondo sempre più idolo degli azzurri. Callejon torna nel palcoscenico che lo ha visto crescere quando era un ragazzino, e torna da campione. Avrà tutta la voglia di farsi rimpiangere.

sarri

E poi, la sfida tra le panchine: Sarri vs Zidane, saggezza contro prestigio. Due tecnici diametralmente opposti. Uno si trova dov’è per la gavetta di anni nelle categorie inferiori e nei campi di periferia, l’altro invece è stato premiato per la carriera strepitosa da calciatore. Due percorsi diversi che hanno forgiato due uomini ed allenatori grandi, ma lontanissimi.

zidane

Real Madrid-Napoli è la sfida tra chi è forte con i più forti e chi riesce ad esserlo con i (pochi) mezzi che ha. Chiunque partirebbe sfavorito contro la squadra che dalla cima guarda tutte le altre. Ma la Champions non conosce pronostici. La Champions è tutta da scrivere. E da vivere.

LE PROBABILI FORMAZIONI

REAL MADRID: Navas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Modrić, Casemiro, Kroos; Lucas Vázquez, Benzema, Ronaldo. All. Zidane

NAPOLI: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejón, Mertens, Insigne. All. Sarri

ARTICOLI SIMILI

0 92