Le Olimpiadi di Rio de Janeiro sono alle porte e il sito statunitense Olympic Medals Predictions guarda nei fondi di caffè per prevedere come andrà. Fa il suo medagliere e, all’Italia, assegna sei ori, sei argenti e dieci bronzi: un bottino niente male.

Naturalmente, battute a parte, per formulare le ipotesi di medaglia sono state prese in considerazione le ultime competizioni, mondiali ed europee, i risultati e le migliori prestazioni dell’anno. E ci sono i nomi di chi salirà sul podio in ogni disciplina presente ai Giochi Olimpici.

Tornando al nostro Paese, il bottino può essere considerato positivo seppure inferiore a quello di Londra 2012, ultima kermesse a cinque cerchi. All’epoca, infatti, gli azzurri salirono otto volte sul gradino più alto del podio, nove volte furono d’argento e 11 di bronzo, per un totale di 28 medaglie. Terminando al nono posto nella classifica generale, a poca distanza dall’Australia.

2012, SCHERMA MINIERA D’ORO

In Gran Bretagna, fu soprattutto la scherma a dare grandissime soddisfazioni ai nostri colori. Dalla pedana arrivarono infatti tre ori, grazie a Elisa Di Francisca nel fioretto individuale, alla squadra di fioretto femminile (Di Francisca, Vezzali, Errigo e Salvatori) e al fioretto a squadre maschile (Aspromonte, Baldini, Cassarà e Avola). Nuotammo nell’argento ancora con il fioretto individuale (Errigo) e con la sciabola maschile (Occhiuzzi). Facendo un irripetibile tris, nel fioretto femminile la portabandiera Valentina Vezzali vinse il bronzo, così come la sciabola a squadra maschile (Montano, Occhiuzzi, Samele e Tarantino).

Gli altri ori arrivarono dal Tiro con l’arco maschile a squadre (Frangilli, Galiozzo e Nespoli), dalla Canoa Slalom K1 maschile (Molmenti), dal Tiro a volo Trap femminile (Rossi), dal Tiro a segno Carabina 50 metri 3 posizioni maschile (Campriani) e dal Taekwondo +80 kg (Molfetta).

Costanza Bonaccorsi

2016, CANOA DORATA

Secondo Olympic Medals Predictions, a Rio sarà la Canoa femminile a regalarci grandi gioie, con la toscana Costanza Bonaccorsi oro nel K1 slalom. Del resto, siamo di fronte alla campionessa mondiale ed europea in carica, reduce poi da un 2016 finora davvero molto positivo. Per lei, l’unico rischio è un po’ di emozione davanti a un evento così importante. Costanza ha infatti 22 anni.

GLI ALTRI ORI

Gli altri tre ori potrebbero arrivare dalla Lotta libera 65 kg con Frank Chamizo Marquez, dal Nuoto 1.500 metri stile libero con Gregorio Paltrinieri e dal Canottaggio M4-. Noi, naturalmente, sogniamo anche con Federica Pellegrini che, però, secondo il sito Usa non riuscirà a chiudere (pare si voglia ritirare dopo il Brasile) in prima posizione nella sua gara regina, i 200 stile. Dovrebbe accontentarsi del bronzo, così dicono.

Adriano Malori viene dato sul secondo gradino del podio nella cronometro di Ciclismo. Altri argenti dal nuoto femminile, con la staffetta trascinata da Pellegrini nella 4X200 sl; dal doppio maschile di Tennis; da Gabriele Rossetti nel Tiro al piattello; dalla squadra maschile di Pallavolo, reduce dal quarto posto nella World League.

FEDERICA DI BRONZO

Come detto, una delle nostre punte di diamante – Federica Pellegrini – arriverà al bronzo nei 200 sl; sul terzo gradino del podio pure Mattia Quintarelli (C1, Canoa Slalom), Rosella Fiammingo e la squadra femminile di Spada, Noemi Batki nell’immersione 10 metri, Petra Zublasing nel Tiro 50 metri Rifle 3 posizioni, Alessandro Chianesse nel Tiro double trap, l’immancabile Giovanni Pellielo nel Tiro Trap, la squadra di Pallanuoto femminile e la 4×100 maschile di nuoto.

Usa basket

USA CANNIBALI

Gli Usa dovrebbero dominare il medagliere secondo le previsioni. Alla fine dei Giochi, si prevedono 45 medaglie d’oro (una in meno rispetto a quattro anni fa), 16 d’argento e 31 di bronzo (totale 92). Attenzione pure alla Cina, con 28 ori, 31 argenti e 10 bronzi (totale 69). A Londra, i cinesi erano arrivati secondi nel medagliere, ma con ben 20 medaglie in più, 38 del metallo più pregiato.

La Gran Bretagna, terza in casa a Londra, dovrebbe prendersi 20 medaglie d’oro, 19 d’argento e 16 di bronzo (55), un bottino inferiore di 10 totali rispetto a quattro anni orsono, quando arrivarono 29 ori, 17 argenti e 19 bronzi. Andrà molto bene anche la Germania con 17 ori, 9 argenti e 22 bronzi (totale 48), con un incremento notevole rispetto alle ultime Olimpiadi (11, 19, 14).

IL CALENDARIO

Le Olimpiadi 2016 inizieranno il prossimo 5 agosto, con la spettacolare cerimonia d’inaugurazione nel mitico Maracanà. Il 21 agosto ci sarà la cerimonia di chiusura nello stesso impianto. Rispetto a Londra, ci saranno due discipline in più, 28 contro 26: tornano golf e rugby. Il primo non era mai stato disciplina olimpica nella forma a sette, il secondo fu abbandonato nel 1904. Ci sono 306 medaglie in palio, 10.500 gli atleti provenienti da 204 Paesi.

ARTICOLI SIMILI