Doveva essere la squadra in grado di rilanciarlo, senza troppe pretese. Sarà il club che proverà a catapultarlo ancora più in alto, ossia ai Mondiali russi del 2018 con l’Italia. SuperMario Balotelli ha rinnovato per due anni con il Nizza, la squadra francese che – anche grazie all’attaccante bresciano – l’anno prossimo farà i preliminari di Champions League.

Il nuovo accordo scadrà il 30 giugno 2019. A poche ore dalla firma, il Balo ha ripreso ad allenarsi al centro sportivo del Nizza, dove ha salutato l’allenatore e i compagni. Qui è stato coccolato, e non poteva essere altrimenti: l’anno passato, Mario ha segnato 15 gol. Soprattutto, ha evitato le balotellate, tanto famose prima dell’approdo in Costa Azzurra. Sul sito ufficiale, il Nizza gli ha scritto: “Bentornato a casa”. Definendo il giocatore “l’idolo di grandi e piccini”.

Insomma, Mino Raiola – pur impegnato decisamente su altri fronti, in particolare su Gigio Donnarumma – è riuscito a lavorare pure sul contratto di Balotelli, altro cavallo della sua scuderia che, dopo le fallimentari stagioni in Italia e in Inghilterra, sembrava ormai perso. Bruciato. In Francia, si è rimesso a giocare e a segnare, guadagnandosi la stima e il rinnovo di contratto. Il Nizza ha ottenuto uno storico terzo posto, dopo aver lottato anche per il titolo.

Balotelli si allena

Ai 15 gol in campionato, bisogna aggiungere altre due prodezze di ‘Bad Balo’: il totale fa 17 reti in 28 presenze. “La bella storia tra il Nizza e Balotelli continua” ha scritto il club francese, ben sapendo che le prestazioni del 27enne ex Inter e Milan stanno facendo crescere pure il prezzo del cartellino. Di nuovo. Insomma, potrebbe essere un ottimo investimento cedere il calciatore tra un anno, intanto per altri 12 mesi a gustarselo saranno i tifosi degli Aiglons.

Dicevamo del valore del cartellino. Stando a ‘Transfermarkt.it’, oggi vale 15 milioni di euro. Vale a dire che la quotazione è la stessa raggiunta già in due occasioni: la prima volta nel 2010, l’anno del Triplete dell’Inter; la seconda dopo la prima stagione a Liverpool. Da allora, le azioni dell’attaccante erano nettamente crollate sotto i 20 milioni di euro, per la prima volta dall’addio ai nerazzurri.

‘Playratings.net’ fissa un prezzo più basso: 6,89 milioni di euro. E a pesare è la parabola discendente degli ultimi anni e la scarsa affidabilità in termini di continuità. Non solo: i guai fisici ci sono stati pure nell’ultima stagione, e questo pesa nella valutazione. Proprio ‘playratings.net’, però, riporta un grafico in cui fa notare come con Balotelli in campo, il Nizza aumenti di molto il tasso tecnico della rosa, le prestazioni medie di squadra e quelle individuali. Insomma, Super Mario fa giocare meglio pure i compagni.

Ancora il sito del Nizza per capire che il rinnovo ha portata storica da queste parti, forse anche perché in pochi se lo aspettavano: “Artefice del favoloso terzo posto, idolo di grandi e piccini, l’attaccante italiano ha voluto prolungare il suo contratto. Naturalmente le richieste le aveva, l’italiano ha fatto un grande sforzo finanziario per continuare la sua bella avventura, come ha sempre desiderato durante questo periodo di fermo tra una stagione e l’altra, sottolineando l’aspetto sportivo e la scelta del cuore. Orgogliosi di aver convinto la superstar dell’anno scorso e di vederlo fiorire dentro e fuori dal campo, il Nizza si gode la gioia di ricontarlo negli effettivi che si raduneranno nel nuovo centro di allenamento. Benvenuto a casa, SuperMario”.

Se in fase realizzativa, effettivamente, Balo è risbocciato, sul campo sono ancora parecchi i provvedimenti disciplinari che l’attaccante coloured ha collezionato: dieci i cartellini gialli e due quelli rossi.

Il presidente del club francese, Jean-Pierre Rivère, rivela: “Posso dirvi due cose: questo è un giocatore che vuole continuare con noi. Due, lui è disposto a fare sforzi finanziari”. Il rinnovo biennale – era arrivato in Costa Azzurra con un contratto annuale dopo l’addio al Liverpool – sarà da 450 mila euro a stagione.

Una star, abbiamo detto. A novembre del 2016, Balotelli faceva vendere una maglietta del Nizza e con il suo nome ogni sei minuti. Pure gli abbonamenti al campo sono schizzati in alto dopo il colpo della proprietà nizzarda: +20%, da 10 a 12 mila. La media spettatori si è alzata da 19.192 a 22.695. Per non parlare delle piattaforme social del club: +32% Instagram, +18% Facebook. Il sito del Nizza è stato preso d’assalto dai fan italiani, specialmente appena il ‘cattivo ragazzo’ è arrivato in Costa Azzurra: a settembre dell’anno scorso un milione di visitatori unici.

In un campionato, la Ligue 1, che dopo Ibrahimovic rischia seriamente di perdere anche Verratti, Balotelli può essere l’uomo che richiama l’attenzione su un torneo che, altrimenti, tra i cinque principali campionati europei, perde appeal. Il rinnovo con il Nizza è dunque una buona notizia per tutti: per i francesi, per la Società Nizza, per Mino Raiola (“Deve fare 20 gol e se li farà si meriterà di andare al Mondiale”), per il giocatore e pure per Giampiero Ventura. Che, al momento, non è sicuramente alla ricerca di un attaccante (ce ne sono parecchi nell’Italia), ma che uno sguardo oltralpe lo dovrà dare obbligatoriamente nell’anno che porta in Russia.

SIMILAR ARTICLES

0 125