Infortuni dell’ultim’ora, speranze cancellate a causa di lunghi stop già in inverno, cancellazioni eccellenti dalle liste nel rush finale. Non solo Olanda, Grecia, Serbia e Bosnia: tra le grandi assenti dal novero delle 24 nazionali partecipanti a Euro 2016 ci sono anche nomi di peso. Ecco la Top 11 degli esclusi dalla lista comprendenti i 552 nomi complessivi che saranno di scena in Francia. Li disponiamo in campo con un inedito 3-5-2 a trazione anteriore:

Kevin Trapp
Kevin Trapp

Kevin Trapp (Germania): nella rosa del Paris Saint Germain ha messo in secondo piano Salvatore Sirigu, meritando i galloni da titolare. Al 25enne tedesco, cresciuto nell’Eintracht Francoforte, non è bastato per convincere il ct tedesco Loew: i portieri della Germania saranno Neuer, Ter Stegen e Leno.

Raul Albiol
Raul Albiol

Raul Albiol (Spagna): l’ottima stagione alla guida della difesa del Napoli di Sarri e i trascorsi nel Real Madrid non gli sono stati sufficienti per scalzare il promettente ma acerbo Bartra dalla lista di Del Bosque per la Spagna. Eppure nei panni di riserva di Sergio Ramos e Piquè sembrava poter dire la sua.

Vincent Kompany
Vincent Kompany

Vincent Kompany (Belgio):  l’infortunio al polpaccio patito a marzo in Champions League contro la Dinamo Kiev ha messo fuori dai giochi il capitano del Manchester City e della sua nazionale. Questa stagione Kompany ha giocato solo 19 partite, non sufficienti per volare in Francia.

Leighton Baines
Leighton Baines

Leighton Baines (Inghilterra): in pochi in Europa sono dotati del mancino del numero 3 dell’Everton, ma Baines sembra aver pagato la stagione opaca dei Toffees e i recenti dissidi con l’allenatore Martinez. Hodgson gli ha preferito la freschezza di Rose e Bertrand.

Alan Dzagoev
Alan Dzagoev

Alan Dzagoev (Russia): con la maglia del Cska Mosca ha spesso incantato su scala europea, ma una fratttura al metatarso del piede destro lo costringerà a dare forfait. La “Sbornaya” dovrà fare a meno del suo curriculum, fatto di 46 presenze e 9 centri.

Claudio Marchisio
Claudio Marchisio

Claudio Marchisio (Italia): sarà un caso se con lui la percentuale di ko per Juventus e Italia cala del 300%, statistiche alla mano? Conte cerchi di non pensarci, ma il crack al ginocchio accusato in aprile contro il Palermo ha privato gli Azzurri di un riferimento fondamentale in mediana.

Marco Verratti
Marco Verratti

Marco Verratti (Italia): se non è zuppa, è…pan bagnato. A qualche settimana di distanza dal ko di Marchisio, ecco monsieur Verratti fuori dai giochi a causa di un intervento chirurgico per guarire la pubalgia che lo tormenta da mesi. Un infortunio gestito non al meglio dallo staff del Psg, che costa caro all’Italia.

Ilkay Gundogan
Ilkay Gundogan

Ilkay Gundogan (Germania): anche la stella tedesca del Borussia Dortmund (a lungo nel mirino della Juventus e del Napoli) salterà gli Europei per un infortunio al ginocchio. La sua assenza, però, era nota dall’inverno, così Loew ha avuto tempo e modi di cercare un sostituto.

Frank Ribery
Frank Ribery

Frank Ribery (Francia): dal rischio ritiro era passato in pochi mesi al centro del Bayern Monaco, con un finale di stagione positivo. Troppo poco per convincere Didier Deschamps, che gli ha preferito la freschezza del compagno di club Kingsley Coman.

Diego Costa
Diego Costa

Diego Costa (Spagna): la vera domanda è: quanto starà rimpiangendo il giorno in cui ha accettato la naturalizzazione, lui che è nato in Brasile? Del Bosque, dopo averne soppesato pregi e difetti, lo ha escluso dai piani della Roja, preferendogli Morata e Aduriz.

Kevin Gameiro
Kevin Gameiro

Kevin Gameiro (Francia): lui in Spagna invece è di casa, con i 39 centri in 92 partite nel triennio di Siviglia, concluso con il tris di Europa League messo in cascina: numeri e panni da leader, insufficienti per entrare nelle grazie dei Bleus, dove resta fermo a sole 8 presenze,

SIMILAR ARTICLES

0 173

0 192