Un anno e mezzo di digiuno, un anno e mezzo lontano dal gradino più alto del podio. Dopo Singapore 2015, sono stati tempi duri per la Ferrari, che non ha più vinto un Gran Premio di Formula 1. Fino a ieri mattina, poco prima delle 9. A Melbourne, nel Gp d’Australia, Sebastian Vettel ha trionfato, anticipando di 10 secondi la Mercedes di Lewis Hamilton e di 11 secondi l’altra Freccia d’Argento di Valtteri Bottas.

vettel 3

Una vittoria, quella del tedesco, di tattica e grinta, che prima ha usato l’arma del pressing su Hamilton, e poi quella della sosta ai box, per lui posticipata, per guadagnare tempo prezioso e la vetta della corsa, allungando fino al traguardo.

La gara per Vettel era iniziata in salita, con Hamilton partito bene e in testa fino al 17° giro. L’inglese poi si ferma per montare le soft e lascia il comando a Vettel, ma rientra in quinta posizione, alle spalle di Verstappen, che lo rallenta nel duello a distanza con il tedesco.

La svolta arriva al 23° passaggio: Vettel effettua il pit stop e rientra davanti all’olandese, che fa da cuscinetto su Hamilton. La chiave è qui, e lo capiscono anche ai box Mercedes, dove il tavolo ancora è dolente per i pugni di disappunto sbattuti dallo staff.

vettel 2

Vettel ed Hamilton tornano al primo e al secondo posto e la gara termina così.

La Ferrari non vinceva il Gp inaugurale dal 2010, con Alonso trionfante in Bahrain, e da 10 anni non lo faceva in Australia.

Per Vettel è il 43esimo successo in carriera, il quarto con la Ferrari.

SIMILAR ARTICLES