Con la primavera e l’allungarsi delle giornate, arriva anche la stagione delle gare dedicate agli amanti della corsa. Che siate esperti maratoneti o corridori della domenica, anche quest’anno l’offerta è vastissima e soddisfa qualsiasi piede! Corse colorate, luminose, scenografiche, professionali, al buio o super mattutine: ce n’è per tutti i gusti e mettere a frutto i sacrifici invernali sarà decisamente facile. Abbiamo selezionato per voi 5 manifestazioni di running per 5 diverse tipologie di corridore. Scopriamole insieme:

Per i professionisti

I 42 km per eccellenza, quelli storici, i primi in assoluto, sono quelli della Maratona di Atene, dove quasi 500 anni prima di Cristo, Filippide arrivò partendo proprio dalla città di Maratona, per l’appunto! Il tempo di urlare la vittoria degli ateniesi sui persiani, per poi stramazzare al suolo. Una vicenda che spinse Pierre de Coubertin a far rinascere le antiche Olimpiadi.

Quest’anno la Maratona di Atene, giunta alla sua 33esima edizione, si svolgerà il prossimo 8 novembre. Il percorso prevede i primi 10 km in piano, i successivi 19 km un dislivello di 225 metri. Il percorso presegue toccando il War Memorial dedicato ai soldati morti durante la Battaglia di Maratona ed il sito Marathon Tombs. Dall’11esimo al 17esimo km aumentano i dislivelli fino ad arrivare al 20esimo km, punto in cui la gara diventa più difficile: dopo Pikermi infatti, iniziano alcuni saliscendi fino al 25esimo km (Agia Paraskevi).

Successivamente i runner correranno lungo Mesogeion Avenue, dove inizia l’ultimo ed il più facile tratto di gara. L’ultimo tratto di gara si svolge all’interno del Panathinaikon Stadium di Atene, il famoso stadio di marmo bianco costruito in occasione delle prime Olimpiadi moderne del 1896, dove i runner correranno per gli ultimi 170 metri fino a raggiungere la Finish Line. Il tempo limite è di 8 ore.

Per gli amanti del mezzofondo

La Vattenfall Berlin Half Marathon rappresenta una delle corse più belle al mondo: 21 km ideali per coloro che vogliono mettersi alla prova su una distanza un po’ più lunga, o prepararsi per le maratone primaverili, provando l’emozione di un grande evento. Uno scenario stimolante che prevede un pubblico sempre caloroso, gruppi musicali ed un percorso piatto e veloce tra grandi edifici classici con le avveniristiche strutture ultramoderne sorte negli ultimi anni, ed i suoi grandi spazi verdi.

Sport e natura

I paesaggi mozzafiato del lungo lago e le vie storiche ricche di monumenti e palazzi, fanno da cornice alla StraLugano, la corsa più suggestiva che mai, in scena il prossimo 26-27 settembre. 30 km panoramici con un tracciato di media difficoltà che, in gran parte, alterna tratti pianeggianti a salite e discese (con un dislivello totale di 160 m). Si costeggia quasi continuamente il Lago di Lugano, in mezzo alla vegetazione lussureggiante di parchi e giardini ornati di piante subtropicali, favorite dal clima mite. E per i concorrenti “neofiti” StraLugano offre il percorso più abbordabile: “City”, di soli 10 km o, in alternativa, la staffetta relay 3×10.

La corsa che fa bene anche agli altri

I runner hanno un grande cuore e la Wings for Life World Run è l’occasione giusta per dimostrarlo. Verona, la città dell’amore, il prossimo 3 maggio, correrà per le lesioni al midollo spinale. Oltre a percorrere le strade che hanno fatto da teatro alla tragedia di “Giulietta e Romeo”, i partecipanti alla gara arriveranno a specchiarsi nelle acque dell’Adige, per poi uscire dalle porte della città e attraversare i paesi limitrofi, potendo beneficiare del clima mite caratteristico del mese di maggio.

Un evento mondiale con un format unico: questa gara prevede una linea di partenza, ma nessuna linea di arrivo. La fine della gara per ognuno dei runner, infatti, è determinata dal sorpasso dell’atleta da parte della “Catcher Car”, presente su ogni percorso. La “catcher car” diventa così un vero e proprio traguardo che insegue i partecipanti. Esattamente alle 13.30 ora italiana, mezz’ora dopo il fischio d’inizio, la Catcher Car supererà la linea di partenza e procederà lungo il percorso di gara.

Per garantire risultati comparabili tra tutte le location nel mondo ogni Catcher Car comincerà a inseguire gli atleti nello stesso momento e manterrà esattamente la stessa andatura. Col passare del tempo, ogni auto aumenterà la velocità finché non verrà superato l’ultimo partecipante e non verrà dichiarato il campione di ogni location. I vincitori mondiali saranno i concorrenti di sesso maschile e femminile che tra tutti i paesi del mondo avranno percorso la maggiore distanza prima di essere superati dalla Catcher Car.

Divertimento puro

Impossibile scegliere una tra le tre gare in scena quest’anno in Italia. Si comincia con la Asus Electric Run il prossimo 25 aprile nel Parco di Monza (il 3 ottobre a Torino, a Parco Dora), che per l’occasione si illuminerà con luci fluo. Una 5 km con un percorso esperienziale dove ad ogni chilometro ci si immerge in un universo parallelo dove perdersi a ballare tra alberi fluorescenti che cambiano sfumature a ritmo di musica, tunnel di arcobaleni luminosi e giganteschi oggetti gommosi.

Si prosegue il prossimo 16 maggio a Torino con The Color Run, la corsa più colorata di sempre (a Firenze il 23 maggio), quest’anno più scintillante che mai con il “Shine Tour” ed un nuovo punto colore tutto glitterato che si va ad aggiungere ai quattro classici pit-stop dalle tinte forti.

Gli uomini che non devono chiedere mai (e non solo), non possono perdere la Fisherman’s Friend StrongmanRun, la corsa più forte di tutti i tempi, in scena a Bibione il prossimo 9 maggio, e poi ancora a San Vittore Olona (Mi) il 6 giugno e a Rovereto il 19 settembre.

ARTICOLI SIMILI