La ventunesima giornata di Serie A si aprirà sul campo del Luigi Ferraris di Genova: ospite la squadra di Vincenzo Montella, al sesto posto in classifica con un distacco di soli 3 punti dai Grifoni (al settimo posto con 28 punti). Le trasferte liguri dei gigliati nella sponda rossoblu vedono le due squadre in perfetto equilibrio: su 43 partite giocate fino ad oggi contro la Fiorentina, in casa il Genoa ha collezionato 17 pareggi, 13 vittorie e altrettante sconfitte. L’ultima partita vinta dai padroni di casa risale alla stagione 2009/2010 (terminata 2-1), mentre nel girone d’andata di questa edizione del campionato lo scontro tra Genoa e Fiorentina allo stadio Artemio Franchi di Firenze finì con un pareggio a reti inviolate.

Per la sfida di sabato Gasperini dovrà fare i conti con pesanti assenze: il reparto difensivo sarà privato di Luca Antonelli, squalificato come il compagno centrocampista Andrea Bertolacci; l’infortunio ferma Alessandro Matri, protagonista di un buon avvio di stagione con 7 gol (primo marcatore della squadra) e 5 assist. Nonostante le assenze nel reparto offensivo (anche Tino Costa è infortunato), il Genoa può contare sulla spinta di Iago Falqué, centrocampista offensivo autore di ottime prestazioni e autore di ben 5 gol in  campionato, oltre che sulla solidità della porta difesa da Mattia Perin, con 89 tiri parati in questo campionato; grandi aspettative sull’attaccante M’Baye Niang, in prestito dal Milan dove ha trovato pochissimo spazio per mostrare il suo valore.

Vincenzo Montella potrà invece dormire sonni tranquilli per quanto riguarda le retrovie e il reparto offensivo: nonostante l’assenza di Stefan Savic, squalificato, la difesa a 3 composta da Tomovic-Rodriguez-Basanta ha offerto buone prestazioni, mentre il portiere Ciprian Tatarusanu, dopo alcune incertezze iniziali, ha guadagnato la fiducia dell’allenatore; il bomber tedesco Mario Gomez invece sembra essere uscito dalla crisi che lo aveva colpito in precedenza, andando a segno 3 volte in cinque giorni (doppietta in Coppa Italia e gol contro la Roma). Il vero problema a cui l’allenatore napoletano dovrà far fronte è la squalifica di David Pizarro, regista e perno centrale del centrocampo viola, contemporaneo all’infortunio dei suoi potenziali sostituti, Milan Badelj e Alberto Aquilani, con quest’ultimo che sembra però sulla via della guarigione.

A Genova scenderanno in campo due squadre con assenze di lusso ma tanta fame di vittoria: la Fiorentina cerca di mantenere la continuità dopo un avvio di campionato incerto e 3 punti per avvicinarsi alla zona europea della classifica, mentre il Genoa cercherà di raggiungere la squadra viola al sesto posto a quota 31 punti, interrompendo la scia negativa delle ultime 6 partite con appena 2 punti conquistati.


Articolo scritto da Matteo Rossi per la rubrica #giornalistaviola.

Vuoi partecipare all’iniziativa? Seguici su Facebook: ogni settimana chiederemo ad uno di voi di scrivere il pezzo di presentazione del match della Fiorentina!