Dopo le Iene che portano bene (ricordate i servizi dell’ex inviato Peppe Quintale?), ora anche Belen Rodriguez. Anzi, nel caso della showgirl argentina una definizione del genere appare quasi riduttiva. E non potrebbe essere diversamente quando si tratta della donna che trasforma in oro – o quanto meno in gossip – tutto quello che tocca. Meglio parlare di “Effetto Belen” a questo punto. Una definizione più consona a contrassegnare quanto andato in scena nell’ultimo weekend sportivo a diverse centinaia di chilometri di distanza, un evento dall’altro.

Da una parte, sul circuito di Spielberg in Austria, la prima vittoria in MotoGp della carriera di Andrea Iannone che ha messo in fila nell’ordine il compagno Dovizioso, lo spagnolo Lorenzo, il mito Rossi e anche il prossimo campione Marquez; dall’altro l’esordio di Marco Borriello con la nuova maglia del Cagliari in Coppa Italia (avversario: la Spal, neo-promossa in B) bagnato subito con un poker di gol per l’attaccante 34enne. Punto di contatto tra i due sportivi – neanche a dirlo – lei, che in quest’estate da mamma single è stata fotografata prima col campione della Ducati e poi con il bomber con cui si mormora ci sarebbe stato un ritorno di fiamma.

borriello_belen

Inevitabile, dunque, che alla ripresa delle attività i due sportivi si siano trovati sempre più spesso a dover rispondere a domande su Belen, anche in occasioni di uscite ufficiali. Come nel caso della recente presentazione di Borriello in Sardegna: “Belen allo stadio? È una cara amica, può venire quando vuole“, ha tagliato corto l’attaccante evitando che la conferenza trascendesse nel gossip. È solo “un’amica speciale“, invece, per Iannone che l’ha ospitata ai box per tutto il weekend di corse in Austria. “È venuta a vedere la gara – ha aggiunto il pilota che a fine stagione dirà addio alla rossa di Borgo Panigale -. Sono contento se si diverte“. Salvo poi affondare la stoccata, al cospetto di una domanda più esplicita sul suo ruolo di portafortuna: “Non posso dirvi quello che vorrei dirvi, però assolutamente sì, Belen e i ragazzi che sono venuti mi hanno portato fortuna. E poi come si dice, quando una persona ha un gran culo“. Fortuna che non poteva dire!

Insomma riflettori accesi su questo triangolo, che triangolo non è, nel quale a saltare agli occhi – al di là delle paparazzate varie ed eventuali – saranno soprattutto i risultati sportivi. Per Borriello, che per tutta l’estate ha imperversato su Instagram in compagnia di Bobo Vieri e Gianluca Vacchi, quella di Cagliari è un’occasione di rilancio in grande stile. La squadra ha le potenzialità e gli uomini, in un interessante mix tra gioventù ed esperienza, per andare oltre la semplice salvezza e Marco, come promesso, si è presentato tirato a lucido dopo la preparazione sulle spiagge di Ibiza e Formentera. A 34 anni ha ancora parecchio da dire e i recenti esempi di bomber “stagionati” come Toni e Di Natale sono lì a dimostrarlo. Per Iannone, che di anni ne ha 27, invece, c’è un futuro immediato tutto da scrivere: è ai saluti con la Ducati, ma ci sono ancora tante soddisfazioni da prendere e una fama di pilota spericolato (e spesso scriteriato) da mettere da parte. La corsa è solo all’inizio, cos’altro produrrà l’ “effetto Belen”?

ARTICOLI SIMILI