Meno di due anni fa un piccolo comune della laboriosa Emilia Romagna, conosciuto più per le sue industrie nel settore della maglieria che per la sua storia in ambito sportivo, celebrava la prima storica promozione nella Serie B del calcio; a quella seguì un campionato travagliato, con numerosi cambi di panchina (tre in tutto), qualche errore di inesperienza, ma a margine di un’annata pur sempre conclusa in maniera dignitosa con il mantenimento della categoria. Oggi quello stesso comune, che risponde al nome di Carpi, è sceso in piazza con buona parte dei suoi 70mila abitanti, ebbri di felicità (e non solo di quella) per l’incredibile salto in alto, appena ufficializzato, nel più importante palcoscenico calcistico nazionale: la Serie A. Ma quali sono i segreti di un successo così netto da non essere mai stato messo in discussione, pur in presenza di corazzate del calibro di Bologna, Catania, Bari, Pescara (solo per citarne alcune)? Abbiamo provato a riassumerli in cinque punti.

Fabrizio Castori

L’uomo della provincia, sia per le sue origini (è di San Severino Marche) sia per l’abilità di attraversare trasversalmente l’intero panorama calcistico, dall’Eccellenza alla Serie B, con una costante: l’abilità nel conquistare salti di categoria. Con questa, sono otto le promozioni in carriera: due dalla B dopo l’impresa compiuta con il Cesena nel 2005/2006. Allenatore di polso, capace di lavorare con il materiale tecnico a disposizione e valorizzarlo, dotato della giusta umiltà ma al tempo stesso di una leadership in grado di far remare tutti dalla stessa parte. Eclettico tatticamente, ha trovato la giusta quadratura del cerchio sin dalle prime battute del campionato e stretto i denti nel momento di crisi a metà stagione, culminato con una serie infinita di pareggi.

Fabrizio Castori (Carpi), MARCH 28, 2015 - Football / Soccer : Italian Serie B match between Vicenza 1-2 Carpi FC at Stadio Romeo Menti in Vicenza, Italy. Noxthirdxpartyxsales PUBLICATIONxINxGERxSUIxAUTxHUNxPOLxRUSxSWExFRAxNEDxESPxONLY (ptmb072749) Fabrizio Castori Carpi March 28 2015 Football Soccer Italian Series B Match between Vicenza 1 2 Carpi FC AT Stadio Romeo Menti in Vicenza Italy  PUBLICATIONxINxGERxSUIxAUTxHUNxPOLxRUSxSWExFRAxNEDxESPxONLY ptmb072749

Cristiano Giuntoli

Se Castori è il braccio, Giuntoli è la mente del miracolo-Carpi. Un direttore sportivo emergente, bravo soprattutto a non perdere di vista quel bacino di talento che è la Lega Pro, da dove ha attinto a piene mani costruendo l’ossatura di una squadra che ha trovato in Mbakogu la ciliegina. Seguito con attenzione e cura, nonostante numerose sirene lo attirassero altrove, il nigeriano è stato prelevato in chiusura di mercato diventando subito la stella di una squadra di abili gregari, pronti a coniugare qualità e quantità.

Zero pressioni e tanta sfacciataggine

Tra gli elementi favorevoli all’impresa del Carpi vanno sicuramente ascritti alcuni fattori esterni. Da un lato la totale assenza di pressione per il risultato in una piazza sportivamente giovane, ma dimostratasi nel tempo molto competente e passionale; dall’altro la totale sottovalutazione da parte del mondo della Serie B. Erano in molti a giurare che la squadra si sarebbe sgonfiata al giro di boa e invece le lunghezze dalle prime inseguitrici sono quasi sempre rimaste al di sopra della doppia cifra. Al resto ci ha pensato un gruppo di giovani desiderosi di stupire e andare con la forza del gruppo oltre i propri limiti.

Un bomber coi fiocchi

Di Jerry Mbakogu abbiamo già parlato in passato inserendolo tra i giocatori pronti al salto nel calcio dei big. Se non sarà il mercato a portarlo su più grandi palcoscenici, ci penserà il Carpi. Quattordici gol in 28 presenze quest’anno e un’invidiabile capacità di far reparto da solo finalizzando la mole di gioco creata dai suoi compagni.

25/04/2015 - campionato di calcio serie B / Frosinone Calcio - Carpi FC  / foto Antonello xSammarco/Image Pictured:  Jerry Mbakogu PUBLICATIONxNOTxINxITA 25 04 2015 Campionato Tue Calcio Series B Frosinone Calcio Carpi FC Photo Antonello  Image Pictured Jerry  PUBLICATIONxNOTxINxITA

Tanti giovani intraprendenti

Gabriel, Gagliolo, Pasciuti, Di Gaudio, Lasagna: sono solo alcuni dei nomi di assoluti sconosciuti o quasi (fatta eccezione per il portiere che Allegri aveva provato a lanciare giovanissimo nel Milan), capaci di imporsi e far la differenza. Dall’estremo difensore in grado di blindare per lunghi tratti la sua porta risultando il meno battuto dell’intero campionato, ai polivalenti Gagliolo e Pasciuti in grado di interpretare tutti i ruoli rispettivamente di difesa e centrocampo, sino all’esterno completo e offensivo Di Gaudio, all’altra sorpresa dell’attacco modenese capace di sopperire alla lunga assenza per infortunio di Mbakogu. Scommettiamo che molti di loro saranno capaci di far bene anche al piano di sopra?

SIMILAR ARTICLES