Colpi (pochi), flop e qualche intuizione geniale. È il cosiddetto mercato di riparazione, che a gennaio farà sognare tutti e lascerà a mani vuote molti. In Italia, raramente qualcuno ha azzeccato il colpaccio (Davids, dal Milan alla Juve, Beckham in rossonero). Più spesso, si cerca di sistemare la carrozzeria. Oppure si prende ‘tizio’ per accontentare la tifoseria.

Il mercato che non piace agli allenatori

Tutti lo attendono, questo calciomercato. Gli allenatori sperano nel regalo del presidente o della proprietà per coltivare il sogno scudetto o salvezza. Ma, in realtà, la maggior parte dei tecnici trovano fastidiosa la formula. I cambi in corsa distraggono il giocatore. Qualcuno, in particolare verso la fine della sessione invernale, è costretto a tenere in panchina il suo gioiellino, troppo distratto/attratto dalla possibilità di finire in una grande per poter rendere al meglio. A ben pensarci, sono le piccole a soffrire di più quando le big mettono gli occhi su qualcuno della rosa. Ma a sorridere sono invece i presidenti delle provinciali, che possono prendere alla gola la Juve piuttosto che la Roma, approfittando del poco tempo a disposizione per spillare più soldi possibili.

L’unico Paese in cui, durante il mercato, non si gioca è la Germania, grazie alla lunga pausa invernale. In tutti gli altri tornei principali, oggi sei qui e domani indossi la maglia dell’acerrimo nemico. Una girandola che ti fa girar la testa. Vediamo adesso, a circa una settimana dall’inizio delle operazioni, cosa si dice e cosa si potrebbe realizzare.

L’Inter tra Pirlo e… la Lazio

In casa Inter, sottotraccia, si continua a sedurre Andrea Pirlo. In un centrocampo con poca qualità e tanti muscoli, l’ex juventino sarebbe l’ideale. A stimolare il Professore la volontà di convincere Antonio Conte a portarlo agli Europei; la pausa nella MLS dovrebbe fare il resto. A sorpresa, però, il rinforzo potrebbe pure arrivare dalla Lazio. Se Pirlo dovesse restare una chimera, ecco l’idea Lucas Biglia, regista anche lui. È stato proprio l’argentino ad aprire alla possibilità di un trasferimento. A Claudio Lotito si potrebbe pure chiedere Antonio Candreva, mentre gli esterni che piacciono sono Bruno Peres del Torino e Jacopo Sala del Verona.

In uscita, ma più probabilmente a giugno, l’Inter deve stare attenta a non perdere Jeison Murillo, che piace a Barcellona, Real Madrid e Liverpool.

Fiorentina sulla pista Walace

È un nome già sondato in passato, ma che ora potrebbe tornare di forte attualità. La Fiorentina, seconda in classifica, torna alla carica per Walace, centrocampista del Gremio. Se i brasiliani dovessero dire sì, il primo candidato a partire sarebbe Mario Suarez. In uscita, e protagonista di un’asta, potrebbe essere Giuseppe Rossi, che piace a tante squadre. Certo, in caso di addio di Pepito ci sarebbe poi un buco da coprire là davanti. In uno scambio con la Sampdoria, poi, potrebbe approdare in riva all’Arno Fernando per Mati Fernandez.

Napoli all’olandese

Sarri è soddisfatto del Napoli che ha a disposizione (e non potrebbe essere altrimenti vista la classifica dei partenopei). Di conseguenza, si lavora in particolare per rinnovare il contratto a Jorginho (fino al 2020) e si guarda all’Olanda per Davy Klaassen o, in alternativa, ad André Gomes. Jorginho, dopo i balbettii dell’anno scorso, è diventano indispensabile in mezzo al campo. Tanto da togliere il posto a Valdifiori, che a gennaio potrebbe partire con destinazione Torino.

Juve, cosa bolle in pentola

Il trequartista è un’ossessione a Torino. In estate Draxler è sfumato all’ultimo, Marotta proverà a prendere Gundogan del Borussia Dortmund per permettere ad Allegri di schierare il modulo preferito. Ma spunta il nome pure dell’argentino Banega, che ha il contratto in scadenza. Per convincere il Siviglia, i bianconeri l’estate scorsa hanno praticamente regalato agli spagnoli il cartellino di Llorente. A centrocampo la coperta è corta, dopo gli addii di Pirlo e Vidal. Rabiot, Witsel e Moutinho paiono specchietti per le allodole. Su Soriano, la concorrenza è forte. Meno pubblicizzato, e per questo più accessibile, è Bernardo Silva.

Roma, nuova rivoluzione

Con i soldi incassati dalla cessione di Juan Manuel Iturbe, in casa Roma si preannuncia una nuova rivoluzione. A cominciare dal portiere: piace il brasiliano Alisson, su cui c’è pure la concorrenza della Juve. Con il Genoa, pur senza dargli in cambio Iturbe, si continua a discutere di Diego Perotti, che farebbe gola a Rudi Garcia. Vicino Sead Kolasinac, bosniaco tesserabile come tedesco, che ha già fatto sapere di voler lasciare lo Schalke 04. E poi: Defrel, Sansone, Boufal. C’è tanto lavoro da fare per Sabatini…

Milan, Suso, Boateng e poi…

Suso al Genoa, Boateng di nuovo rossonero. Ma i tifosi chiedono altro. Pressing fortissimo sulla Sampdoria per Soriano. Ai blucerchiati potrebbe essere girato il colombiano Zapata o Nocerino, per abbassare un po’ il costo del cartellino. Silvio Berlusconi ha il pallino Axel Witsel. Costa. Per questo motivo, a Milanello prima bisognerà incassare. Attenzione su Stefano Sensi, rivelazione del Cesena, pronto forse per una grande squadra, che stuzzica pure il Napoli. I rossoneri potrebbero prenderlo e poi girarlo fino al termine della stagione al Genoa.

Le altre si muovono

Il Torino sogna Mirko Valdifiori o Alberto Grassi dell’Atalanta. In attacco, Gaetano Monachello dell’Atalanta è il primo sulla lista di Petrachi. Attenzione a German Denis, che potrebbe andare sotto la Mole. La Lazio spera di fare soldi con Keita, che piace a tutta Europa. Si dice che il Bayer Leverkusen sia disposto a pagare 20 milioni di euro. Presi i soldi, la Lazio andrebbe con decisione su Tonelli (un milione per il prestito oneroso, 4 per il riscatto a giugno).

A Frosinone si vuole rinforzare l’attacco con Antonio Floro Flores, del Sassuolo. Il Verona ha lasciato partire Rafa Marquez, tornato all’Atlas Guadalajara. Potrebbe lasciare la serie A Alberto Paloschi, seguito dallo Swansea. Non farà altrettanto Totò Di Natale, desideroso di restare ancora con la maglia dell’Udinese fino al termine della stagione. Il Bologna prova a strappare Nocerino al Genoa. L’Empoli vuole tenere tutti i gioielli, per poi fare cassa a giugno.

SIMILAR ARTICLES

0 184
Le coreografie di Lazio e Roma per il derby d'andata della Serie A 2014-2015.

0 84