Chi farà il botto? Non di Capodanno, ma del mercato di riparazione che, per il calcio, prende il via il 3 gennaio per concludersi il 31 gennaio alle ore 23. Le trattative, ufficialmente, si svolgeranno all’hotel Melià di Milano, in zona San Siro, e mai luogo fu più simbolico perché proprio Milan e Inter paiono le più bisognose di ritocchi.

Già, il calciomercato invernale è proprio quello del ritocchino. Se in estate si fa una vera e propria plastica, a gennaio ci si ‘accontenta’ di chi lascia andare qualche campioncino che non ha trovato spazio tra i titolari. Più facilmente arrivano giocatori che possono far rifiatare i titolari o allungare la panchina in vista dei tanti impegni in primavera. Dunque, non è facile attendersi fuochi d’artificio, ma qualcosa accadrà. Sono in particolare le squadre immediatamente dietro alle big a rivoluzionare il proprio organico in questo periodo. Cosa dobbiamo aspettarci, dunque?

Iniziamo con il togliere dal tavolo delle trattativa un difensore che faceva gola a diversi club, anche italiani, forse per giugno. Si tratta dell’olandese Virgil van Dijk, del Southampton. Su di lui, secondo il ‘Telegraph’, il Liverpool avrebbe già messo entrambe le mani grazie a un’offerta inarrivabile: 84,5 milioni di euro.

Passando al mercato italiano vero e proprio, si attendono movimenti dal Napoli. Emanuele Giaccherini ha chiesto la cessione e sarà accontentato. Per l’ex Juve solo spiccioli di partite: impossibile restare sotto il Vesuvio. Pure Tonelli potrebbe salutare tutti. Su entrambi, il Crotone ha mostrato interesse. De Laurentiis stringe i tempi per Simone Verdi, talento esploso nel Bologna. Il suo agente per ora ha risposto che se ne riparlerà a giugno, quando anche Roma e Inter potrebbero iscriversi all’asta.

Arriverà sicuramente Inglese, dal Chievo, l’attaccante che dovrà far tirare il fiato ai titolarissimi, in attesa che torni abile e arruolato pure Milik. Ma il Napoli cerca anche di puntellare la fascia: Sime Vrsaljko è stato dichiarato incedibile da Diego Simeone, ma se l’Atletico Madrid dovesse trovare un sostituto… altrimenti, le opzioni alternative sono Darmian (Manchester United) e Fares (Verona). L’Inter dovrà invece vendere un big per farne arrivare un altro: a partire potrebbe essere Joao Mario, il gran colpo potrebbe essere Javier Pastore, che ha fatto sapere di avere una vera e propria cotta per la maglia nerazzurra. In difesa, per 5 milioni, dal Lione potrebbe accasarsi in nerazzurro Mapou Yanga-Mbiwa. Luciano Spalletti può fare affidamento solo su tre centrali: Skriniar, Miranda (ora infortunato) e Ranocchia. Timido interesse pure della Fiorentina per il difensore francese.

E il Milan che fa? I 240 milioni spesi in estate sono stati davvero tanti, dunque è difficile attendersi qualcosa dalla società rossonera, ma l’ultimo messaggio proveniente dalla Cina lascia presagire un altro tentativo di rinforzare il Diavolo. Theo Walcott, esterno inglese dell’Arsenal, non è praticamente mai sceso in campo e ha paura di perdere il treno per i Mondiali 2018. Ecco allora che la soluzione Milan potrebbe essere quella buona. A fare le valigie, forse, il trequartista turco Hakan Calhanoglu. In vista dell’addio di Donnarumma, ci sarebbe un accordo con Pepe Reina del Napoli (per giugno).

In difesa potrebbe muoversi eccome la Roma, che punta allo scudetto. E allora indiscrezioni vogliono Aleix Vidal, Barcellona, in rotta giallorossa. La squadra capitolina punta al prestito: dovesse fallire l’assalto, le alternative sono Darmian e Zappacosta. In partenza Bruno Peres, Under (in prestito al Sassuolo per Politano?) e Skorupski (piace al Genoa per il dopo Perin). La Juventus continua nella corte serrata al centrocampista del Liverpool Emre Can, ma l’obiettivo è portare il tedesco in bianconero a giugno e a parametro zero. Potrebbe partire in prestito Marko Pjaca, che andrebbe a giocare con regolarità in una delle Società amiche in serie A (Genoa, per esempio, o Sassuolo).

Ancora una grande, la Lazio, alle prese con la grana De Vrij, che piace a tanti, troppi. Gennaio è l’ultimo momento disponibile per venderlo incassando qualcosa. Altrimenti, probabile l’addio a giugno a parametro zero. Arriverà Martin Caceres, parcheggiato al Verona fino a ora. Rodrigo Caio, del San Paolo, è l’obiettivo per giugno. Potrebbe invece fare molto la Fiorentina nel mercato di riparazione: chi arriverà sulla fascia sinistra visto che Maximiliano Oliveira partirà? Luca Antonelli o Adam Masina sono i due nomi di spicco. Dal Nantes si studia Leo Dubois (a giugno?). Infine, dal Chelsea, potrebbe arrivare a Firenze Rahman Baba.

E le altre? Filip Djuricic lascerà la Sampdoria per la Stella Rossa. Il Benevento fa sapere che Amato Ciciretti non è sul mercato, anche se il Napoli insiste. In attesa dell’esito delle visite mediche è in città Sandro, sempre per il Benevento. Oscar Hiljemark potrebbe tornare al Genoa perché il Panathinaikos è in cattive acque finanziarie. L’Inter potrebbe mandare in serie B il giovane attaccante Pinamonti, che piace al Parma. E il Foggia, sempre in B, ha il sogno Mirko Vucinic.

SIMILAR ARTICLES

0 204