AAA attaccante referenziato cercasi, con buone doti atletiche, spirito di gruppo, capacità di leadership e soprattutto bomber. Segni particolari:  giovane e nato in Italia. Il cartello virtuale lo hanno esposto da tempo i selezionatori delle nostre nazionali, Antonio Conte e Gigi Di Biagio. Non è un mistero, infatti, che dal primo Balotelli, di cui si sono perse le tracce agli Europei del 2012, le selezioni azzurre fatichino a identificarsi con un leader offensivo, capace di capitalizzare il gioco della squadra.

imago15038590h

Del resto, è sufficiente dare un’occhiata all’ultima classifica dei capocannonieri di Serie A per accorgersi di alcuni segnali inequivocabili: ha trionfato Luca Toni (insieme all’argentino Icardi) con 22 reti, ma la sua carta d’identità segna già 38 candeline, spente lo scorso 26 maggio. Alle sue spalle è l’Argentina a farla da padrona con Tevez (20) e Higuain (18) che si aggiungono al già citato Icardi. Ma allora cosa riserva il futuro per l’attacco della Nazionale?

Il primo spiraglio di luce si ottiene scorrendo ulteriormente la classifica dei goleador: Manolo Gabbiadini, autore di 15 gol tra Sampdoria e Napoli, classe ’91, ma ancora alla ricerca di una maglia da titolare con continuità (occorre confidare in Sarri). Un gradino sotto il potenziale partner del napoletano, nonché l’attuale guida dell’Under21: Domenico Berardi, 21 anni da compiere ad agosto e già 30 reti in due campionati in A. Promesso sposo della Juventus, è chiamato alla consacrazione definitiva nel prossimo campionato ancora con il Sassuolo alla corte del suo mentore Di Francesco, prima di spiccare auspicabilmente il definitivo salto di qualità, anche come guida della Nazionale di Conte agli Europei.

Chi è approdato già quest’estate in bianconero è, invece, il compagno di reparto Simone Zaza che, dopo l’esordio con gol in azzurro la scorsa estate, sembrava destinato a ben altro campionato. Al contrario ha faticato più che nelle attese, ha mostrato un po’ di discontinuità, ma alla fine ha ugualmente centrato la prima doppia cifra in A (11 reti).

Aktuell Fußball U21 EM England Italien 2015 06 24 OLOMOUC PILKA NOZNA STADION ANDRUV MISTRZOSTWA

Completiamo la nostra carrellata con due giovani in attesa di consacrazione e altrettanti possibili rilanci della prossima stagione. Nel primo gruppo rientrano: Andrea Belotti, classe ’93 del Palermo, presumibilmente in procinto di disputare il suo primo torneo da titolare, dopo la partenza dell’ingombrante e talentuoso Dybala e Federico Bonazzoli, di quattro anni più giovane, ma già lanciato in A e in Europa con la maglia dell’Inter che nel 2015/2016 diventerà quella blucerchiata della Sampdoria. Tra i rilanci fortemente attesi, infine, attenzione a Ciro Immobile, di rientro in Italia dopo il colpo a vuoto dell’esperienza tedesca con il Dortmund e Graziano Pellè, che a Southampton dovrebbe restarci e anche bene, sia pur cercando di ritrovare quel feeling con il gol già mostrato in Olanda e all’inizio dell’avventura in Premier.

ARTICOLI SIMILI

0 174