Sul ring si preparano Floyd Mayweather Jr.Manny Pacquaio, i due pugili più forti del momento. È stato definito il match del secolo e, come vedremo, la definizione è azzeccatissima. Stati Uniti contro Filippine: la notte tra il 2 e il 3 maggio tutto il mondo si fermerà per vedere di chi sarà l’ultimo pugno. Quello decisivo. Il favorito è Floyd, ma Pacquaio è stato nominato miglior pugile del decennio 2001-2010, quindi ci proverà fino al gong.

Pretty Boy vs Pacman

Mayweather è soprannominato Pretty Boy perché, a 37 anni, ha il volto di un ragazzino. Il motivo? È sempre stato bravissimo a schivare i pugni che, solitamente, rovinano la faccia di un pugile. Dall’altra parte, il filippino è chiamato Pacman, come il famoso videogioco degli anni ’80 che per salire di livello doveva mangiare i fantasmini. Il bello contro il cattivo, insomma.

Rumble in the Jungle 2

Il Rumble in the Jungle per eccellenza è stato Foreman contro Alì. Ma l’attesa per Mayweather contro Pacquaio è paragonabile ad allora. Si parla di questo match dal 2009. Chi vincerà, andrà a riunire tutte le cinture welter sotto un’unica. Quelle Wba, Wbc e The Ring sono al momento in mano a Mayweather, quella Wbo è di Pacquaio. Il pugile asiatico cercherà di sovvertire le quote dei bookmaker, che danno l’americano come il grande favorito.

Bildnummer: 03416272  Datum: 30.10.1974  Copyright: imago/UPI Photo Muhammad Ali (re.) gegen George Foreman (beide USA) - PUBLICATIONxINxGERxSUIxAUTxHUNxONLY (ARK1974102926); Aufmacher, Rumble in the Jungle, Cassius Clay, Vneg, Vsw, quer, Schlag, schlagen, Treffer, Kopftreffer WBC WBA WM 1974, Boxsport, Profiboxen, Schwergewicht, Kinshasa Dynamik,  Boxen WM Herren Einzel Gruppenbild Aktion Werbemotiv Personen

Pretty Boy, mai un KO

Del resto, Floyd non è mai stato messo al tappeto. Ha vinto 47 match da professionista, per 26 volte prima del suono del gong. Dall’altra parte, invece, Pacman vanta un record di 57 vittorie, di cui 38 per KO. Ma anche 5 sconfitte (due consecutivamente, nel 2012) e 2 pareggi. Non è imbattibile, qualche anno fa sembrava sulla via del tramonto.

Match da milionari

Da tre anni Mayweather è in testa alla classifica di Forbes degli sportivi più ricchi. Il match del secolo ha una borsa totale di 200 milioni di dollari: 120 vanno allo yankee (il 60 per cento), 80 al filippino. Non solo: l’incontro in totale muove interessi per 400 milioni di dollari. Tre milioni di persone acquisteranno l’incontro in pay per view. Poi bisogna aggiungere i 35 milioni di diritti televisivi della sfida nel resto del mondo e i 5,6 milioni versati dallo sponsor dell’evento, la birra Tecate.

Il paradenti con i diamanti

Il paradenti di Mayweather vale da solo 23 mila dollari. È stato realizzato dal dottor Lee Gause, famoso dentista di New York, e sarà composto da oro, diamanti e vere banconote da 100 dollari. Del resto, per un bel faccino non si poteva che esagerare con il meglio.

July 25, 2013 - Las Vegas, NV:  Floyd Mayweather Jr. trains at his gym in Las Vegas. credit:  Benjamin Lowy/Reportage by Getty Images

I media dell’evento

Due le emittenti Usa che si sono aggiudicate l’evento live. Si tratta di Hbo e Showtime. Il prezzo per acquistare il match in pay per view è di 99 dollari. In Italia, il colpo l’ha fatto Discovery Italia, che permetterà ai nostri connazionale di guardare gratis l’incontro su Deejay Tv (collegamento da Las Vegas alle 3, primi pugni alle 5), canale 9 del digitale terrestre e 145 del satellitare. L’Mgm di Las Vegas sarà tutto esaurito (16.800 spettatori). Prezzi dei biglietti alle stelle: da mille a 10 mila dollari. Ma i bagarini arriveranno a 200 mila dollari. Gli ultimi 500 tagliandi sono stati spazzati via in un minuto per telefono e su Internet. La pesata, che costava 10 euro a spettatore, è stata pure esaurita.

L’accordo 7 anni dopo

Il sì definitivo al match del secolo è stato raggiunto durante un incontro NBA dei Miami Heat. Ci son voluti sette anni per stringersi la mano a causa di un problema da parte di Pacquaio. Mayweather, infatti, aveva proposto i controlli anti doping a sorpresa in qualsiasi momento, ma il filippino ha serie difficoltà con i prelievi di sangue. Alla fine, però, è stato trovato un compromesso.

L’arbitro è un veterano

Per due pugili così, non poteva che essere scelto un arbitro di assoluto livello. Sarà Kenny Bayless, che ha già diretto oltre 100 incontri per il titolo (sette match del filippino, cinque dello statunitense). La notizia è stata accolta con grande entusiasmo da Freddie Roach, allenatore di Manny, che ha dichiarato di credere che Bayless sia il migliore di tutti.

Mister Money e la terza persona

Floyd è chiamato pure Mister Money. Ama parlare di se stesso in terza persona e a Espn ha dichiarato: Nessuno può togliermi dalla testa che il più bravo sono io. Non parlatemi di Sugar Ray Robinson o di Alì. Io sono senz’altro superiore. Anzi, sono il più grande di sempre. Alì si è definito The Greatest, ma io mi considero The Best Ever.  Alì è stato sconfitto 5 volte nei 56 match disputati e ha combattuto in una sola categoria. Mi criticheranno per queste parole, ma non mi interessa, Sul ring dell’Mgm cercherò di imitare il mio modello, il grande Mike Tyson”. Capito che tipino?

Cintura da collezione

Chi vince il match di Las Vegas si porta a casa una cintura speciale Wbc, decorata con 3 mila smeraldi, del valore di un milione di dollari. Ritrae i volti dei due pugili, di Muhammad Alì e del presidente Wbc, il compianto Jose Sulaiman. Una cintura da collezione.

i

ARTICOLI SIMILI